Carta Curve Black. Costi, Limiti, Opinioni e Recensioni

Preferisci una carta di credito, una di debito o una prepagata? Con la carta Curve Black (ma in generale con qualsiasi carta Curve) non dovrai più scegliere perché la caratteristica principale di questo strumento di pagamento è proprio quella di essere un “contenitore di carte”. Ma cosa vuol dire esattamente? Continua la lettura dell’articolo: ti spiegheremo cos’è la carta Curve, quali sono le funzioni, i costi, i limiti ma soprattutto le opinioni di chi ha avuto modo di testarla nella vita di tutti i giorni.

Curve Black

Curve Black

Cos’è Curve?

Partiamo dal presupposto che Curve non è un conto ma nemmeno una Banca in senso tradizionale. Da un punto di vista strettamente pratico, possiamo definirla come una carta di credito che si pone l’obiettivo di semplificare la gestione delle tue finanze, riunendo in una sola smart card tutte le tue carte di credito, debito e prepagate.

Si presenta come una tessera fisica che potrai utilizzare per i tuoi pagamenti soltanto dopo aver collegato le carte di credito che usi normalmente. Quindi la Curve Black (ma in generale tutte le Curve) non si basa su nessun conto reale, non può essere ricaricata e non ha alle spalle nessun deposito. È un contenitore, proprio come ti dicevamo all’inizio!

Il servizio, del tutto innovativo, è stato ideato nel 2015 da una società che ha sede a Londra e che offre ai suoi clienti elevati standard di sicurezza che rendono queste carte di credito degli strumenti senza dubbio innovativi ma soprattutto sicuri e semplici da utilizzare.

Cos’è la carta Curve Black?

La carta Curve Black è una credit card che appartiene alla fascia media dell’offerta Curve e al circuito Mastercard. Il canone mensile, pari a 9,99 euro al mese, ti permette di accedere a tutti i servizi ma anche di approfittare dell’interessante piano cashback, dell’assicurazione viaggio e di limiti di prelievo più elevati rispetto alle altre Curve.

Vantaggi

La carta Curve Black ti offre la possibilità di pagare i tuoi acquisti online, presso i negozi fisici ma anche di prelevare del denaro contante presso qualsiasi sportello ATM presente sul territorio nazionale.

Non puoi ricaricarla e non è nemmeno dotata di IBAN ma, dopo aver scaricato l’App ufficiale, puoi collegarla a ben 100 carte di credito, debito o prepagate e quindi, di conseguenza, collegarla al plafond di tali carte.

Non dovrai più portare nel portafoglio tutte le tue carte di credito perché ti basterà esibire la tua Curve Black, scegliere la carta che vuoi utilizzare e pagare tramite Pos, con il Contactless oppure con Google Pay e Apple Pay. Puoi inoltre collegare alla carta anche le tue criptovalute rendendole in questo modo immediatamente spendibili nella vita di tutti i giorni.

Il sistema Curve inoltre ti offre la possibilità di usufruire del programma cashback. Ogni volta che effettui un acquisto utilizzando la Curve, ti viene ridato l’1% del valore dell’acquisto direttamente sull’account. È un vero e proprio salvadanaio virtuale che puoi attivare per tutte le carte che hai collegato alla Black.

Tra le caratteristiche più apprezzate troviamo il servizio Go Back in Time che ti permette di scegliere in un tempo massimo di 90 giorni la carta sulla quale addebitare l’acquisto.

Costi e Limiti

La carta Black è una delle tre versioni offerte da Curve. Rispetto alla Blue e alla Metal, ti offre un’assicurazione per i tuoi viaggi oltre alla possibilità di prelevare contanti all’estero senza dover pagare nessuna commissione fino al raggiungimento dei 400 euro mensili; oltre questa soglia il sistema ti applicherà un costo pari al 2%. Attenzione però: durante il fine settimana sono previste delle commissioni sui prelievi!

Se il prelievo avviene al di fuori della Comunità Europea, ti vedrai addebitato un costo aggiuntivo pari all’1% della somma che hai prelevato.

Questa card ti permette inoltre di accedere in qualsiasi momento al programma cashback, illimitato in 3 brand convenzionati, e di usufruire della protezione sugli acquisti fino a un massimo di 100.000 euro. Realizzata in fine metallo, offre un tasso di cambio agevolato illimitato e l’utilizzo gratuito dell’opzione Go Back in Time per 30 giorni.

Il costo è di 9,99 euro mensili, la spedizione della tua Curve Black è gratuita.

Come richiedere la carta

Richiedere la tua Curve Black è facile. Tutto quello che devi fare è cliccare qui e creare il tuo account. Dovrai scannerizzare un codice QR code col tuo telefono. Il sistema ti chiederà di inserire il tuo numero di telefono per inviarti un codice di verifica tramite SMS. Dopo questo passaggio dovrai aggiungere un indirizzo di posta elettronica, creare un PIN, inserire le tue informazioni personali, scegliere il piano di abbonamento, collegare una carta di credito e richiedere l’invio della Curve Black.

Fai attenzione: in questo momento tu puoi già iniziare a utilizzare la Black ovviamente per i tuoi acquisti online e puoi collegarla già al Google Pay e Apple Pay. La carta fisica ti verrà recapitata all’indirizzo da te indicato in fase di registrazione nel giro di 10 giorni lavorativi.

Smarrimento o furto

Una delle domande più frequenti, vista la particolarità della carta, riguarda proprio l’evenienza di furti e smarrimenti. Se non trovi la Black, la prima cosa che devi fare è sospenderla momentaneamente tramite App. Se al contrario sospetti un furto non puoi far altro che bloccarla sempre tramite App oppure contattando il numero che troverai sul sito di Curve.

Opinioni e Recensioni

Per capire se questo innovativo strumento di pagamento nella realtà funziona e conviene, abbiamo analizzato le varie testimonianze lasciate sui blog tematici o sui social. L’aspetto più apprezzato della Black è proprio la sua particolarità che ti permette di riunire in una sola card tutte le tue carte di credito. I clienti si trovano bene anche con la funzione cashback, perfetta per accumulare delle piccole cifre nel tempo, e con la Go Back in Time, ritenuta ideale per inviare i pagamenti verso le carte che godono di maggior credito.

Tra gli aspetti negativi una piccola percentuale di clienti lamenta l’impossibilità di ricaricare Curve con strumenti quali assegni o contanti.

Conviene?

Sì, soprattutto se sei solito portare con te più carte e vuoi utilizzare uno strumento semplice ma al tempo stesso affidabile.

Leave a Reply