Carta Crypto.com Vs Carta Coinbase a confronto. Quale scegliere?

Le carte Crypto.com e Coinbase Card sono strumenti funzionali e utili se vuoi effettuare pagamenti con le criptovalute che possiedi. Infatti, ambedue rispecchiano l’evoluzione dei sistemi fintech, attraverso cui puoi utilizzare le valute digitali presenti sul wallet del tuo exchange, rispettivamente Crypto.com e Coinbase, per effettuare acquisti online, presso i POS degli esercenti e prelievi.

Due versioni che possono avere un funzionamento similef, ma hanno profonde differenze. Se vuoi valutare quale delle due tipologie di carta per criptovalute può essere più adatta alle tue esigenze, ti basterà leggere il nostro articolo con un confronto diretto.

Miglioricarteprepagate.com non incoraggia i lettori ad acquistare criptovalute, ma semplicemente recensisce alcune carte prepagate associate ad alcuni wallet di criptovaluta.

Tuttavia ricordiamo che acquistare criptovalute e/o fare trading con le stesse comporta un alto rischio di perdita in parte o perdita totale del proprio capitale investito.

Crypto.com Midnight Blue
Crypto.com Midnight Blue
  • Circuito: Visa
  • Costo di Emissione: Gratuito
  • Canone Annuale: Gratuito
  • Limite di Spesa: 2000 € / giorno
  • Limite di Prelievo: 200 € / giorno
  • Cashback: No
Coinbase Card
Coinbase Card
  • Circuito: Visa
  • Costo di Emissione: 4,95 €
  • Canone Annuale: Gratuito
  • Limite di Spesa: 2500 € / giorno
  • Limite di Prelievo: 1000 € / giorno
  • Cashback: Si

Differenze

Le carte cripto sono particolari strumenti che permettono di utilizzare le valute digitali per effettuare transazioni reali, online oppure offline. La loro caratteristica principale è quella di disporre di un wallet interno, il quale conterrà le criptovalute che vuoi utilizzare.

Cypto.com e Coinbase Card rappresentano le versioni di carte cripto più diffuse anche grazie al fatto di essere collegate ambedue a un exchange. Quale delle due può essere considerata la migliore? Siamo andati a confrontare i seguenti aspetti:

• costi;
• limiti di prelievo e di pagamento;
• tipologia di circuito e di carta
• sistema di pagamento;
• richiesta della carta;
• funzionalità aggiuntive.

Andiamo ad esaminare le singole caratteristiche.

Costi

Il primo confronto è quello relativo ai costi. Nel caso di Coinbase Card potrai ottenere la tessera con un versamento di 4,95€ al momento della richiesta. In Crypto.com in realtà non vi è un costo nel vero senso della parola. Questo perché potrai disporre di 5 diversi modelli di carta:

• Midnight Blue;
• Ruby Steel;
• Royal Indigo e Jade Green;
• Frosted Rose Gold e Icy White;
• Obsidian.

La prima carta è gratuita, mentre se vuoi attivare le altre dovrai disporre di un certo numero di token Cronos, la criptovaluta interna di Crypto.com, sul tuo wallet. Si parte da un valore pari a 350€ per la versione Ruby Steel a un importo di 350.000€ per la Obsidian.

Sarai obbligato a mantenere le criptovalute per 180 giorni.

Limite di prelievo e di pagamento

Per ciò che riguarda i limiti, il confronto viene vinto dalla carta Coinbase.com. Infatti, potrai prelevare fino a 1.000€ in un giorno, mentre questo importo è previsto solo per la versione esclusiva di Crypto.com. Ad esempio, la Midnight Blue ti permette di prelevare solo 200€ al giorno.

Una situazione differente riguarda gli acquisti. Con la Coinbase Card puoi effettuare online transazioni di massimo 2.500€ in un’unica operazione. Invece, nel caso delle carte Crypto.com, si parte da un importo di 2.000€ nella versione gratuita fino ad arrivare alla possibilità di utilizzare l’intero plafond presente sul tuo conto Crypto.com.

A QUESTO LINK LA RECENSIONE DETTAGLIATA SULLE CARTE CRYPTO.COM

A QUESTO LINK LA RECENSIONE DETTAGLIATA SULLA CARTA COINBASE

Circuito e tipologia di carta

Andiamo a confrontare alcuni aspetti tecnici. Ambedue i modelli aderiscono a uno dei più grandi circuiti di pagamento: VISA. Inoltre, sono delle carte di debito. Ciò significa che il loro wallet è collegato a quello presente sul tuo account Coinbase o Crypto.com.

Ambedue supportano i portafogli digitali previsti all’interno delle piattaforme. Per utilizzarli ti basterà scegliere il wallet da utilizzare ed effettuare il pagamento. Anche da questo punto di vista il funzionamento è simile, dato che il cambio avviene in maniera automatica.

Ciò vuol dire che non dovrai disporre di monete FIAT, ma in automatico le criptovalute saranno cambiate al prezzo corrente in euro.

Sistema di pagamento

Altro aspetto che accumuna la carta Crypto.com e Coinbase Card è la procedura con cui avviene il pagamento. Una volta ricevuta la carta non dovrai fare altro che attivarla aggiungendola al tuo account.

Ora potrai scegliere il wallet che preferisci per effettuare l’acquisto. Ad esempio, potrai impostare come impiego di base una criptovaluta come ADA di Cardano oppure Ethereum. per effettuare un pagamento dovrai utilizzarle nello stesso modo di quelle tradizionali. Infatti, sia la carta Crypto.com, sia la Coinbase Card sono contactless. Quindi basterà avvicinarla al lettore per ottenere la conclusione del pagamento.

Potrai verificare le movimentazioni comodamente dall’app del tuo exchange. Infine, ambedue supportano i sistemi di pagamento digitale come Apple Pay e Google Pay.

Come funziona la richiesta della carta?

Per richiedere la carta Coinbase devi disporre di un account sull’exchange attivo. Ciò significa che non è sufficiente effettuare solo la registrazione, ma dovrai collegare un metodo di pagamento ed effettuare un primo versamento.

A questo punto, entrando nell’apposita sezione, puoi richiedere la carta Coinbase. Il procedimento è simile nel caso di Crypto.com per ottenere la versione base. Una volta aperto l’account e attivato con un versamento, la tessera ti verrà spedita in automatico. Invece, se vuoi ottenere le altre tipologie di Crypot.Com card, dovrai investire nelle monete Cronos.

Funzionalità aggiuntive

Altro confronto diretto, questa volta a favore delle carte Crypto.com, è per le funzionalità aggiuntive. Infatti, tutte le tessere Crypto.com prevedono la possibilità di ottenere una serie di sconti e di promozioni per servizi come Spotify, Netflix e Amazon Prime. Questo non è previsto nella versione Coinbase. Vi sono anche enorme differenti per quanto riguarda il cashback.

Cashback

Nel caso della Coinbase Card il cashback viene applicato in base alla tipologia di valuta digitale che utilizzi per effettuare l’acquisto. Ad esempio, se impieghi Bitcoin avrai un ritorno pari all’1%, mentre con la cripto XLM il cashback è del 4%.

Con Crypto.com ottieni un cashback ogni volta che utilizzi la carta indifferentemente dalla tipologia di criptovaluta impiegata. La versione Midnight Blue, gratuita non lo prevede. Nelle altre si parte da un 1% nella versione Ruby Steel fino ad arrivare al 5% in quella Obsidian.

Quale scegliere?

Per rispondere a questo quesito può essere utile considerare la tipologia di utilizzo. Infatti, se hai necessità di effettuare prelievi cambiando le tue criptovalute in moneta FIAT con pochi passaggi, allora Coinbase Card può essere ideale.

Lo stesso vale se vuoi avere uno strumento per la vita di tutti giorni. Ben diversa è la situazione se oltre ad utilizzare la tua carta per criptovalute, desideri al contempo investire e ottenere un ritorno economicoc.

In questo caso la scelta più adatta è quella delle carte Crypto.com, dato che disporrai di un certo numero di Cronos nel tuo wallet, un token che ha un andamento indipendente e che ha ottime prospettive di crescita.

Crypto.com Midnight Blue
Crypto.com Midnight Blue
  • Circuito: Visa
  • Costo di Emissione: Gratuito
  • Canone Annuale: Gratuito
  • Limite di Spesa: 2000 € / giorno
  • Limite di Prelievo: 200 € / giorno
  • Cashback: No
Coinbase Card
Coinbase Card
  • Circuito: Visa
  • Costo di Emissione: 4,95 €
  • Canone Annuale: Gratuito
  • Limite di Spesa: 2500 € / giorno
  • Limite di Prelievo: 1000 € / giorno
  • Cashback: Si

Leave a Reply